Vai ai rimedi per l’eiaculazione precoce

Uso della Prilocaina

L’eiaculazione precoce è un disturbo che colpisce un sempre maggiore numero di uomini, di ogni età e ceto sociale.

L’uso della Prilocaina in ambito sessuale, e nello specifico contro l’eiaculazione precoce, non è molto recente ma sicuramente è uno dei rimedi Applicazione della prilocaina in ambito di eiaculazione precocepiù in uso soprattutto per chi non vuole farsi visitare da un medico specialista e non intende andare a fondo per risolvere il disturbo alla radice.

Prilocaina e Lidocaina

In commercio esistono diversi prodotti a base di Prilocaina e Lidocaina, dai semplici spray ad uso topico alle pomate, in grado di anestetizzare la parte e di ridurre in maniera molto consistente la sensibilità del pene durante il rapporto sessuale. Infatti, il problema principale di chi soffre di eiaculazione precoce è proprio questo: la sensibilità del pene è molto sviluppata, e bastano poche penetrazioni per indurre l’uomo ad eiaculare, spesso dopo pochi secondi dall’inizio del rapporto.

Il metodo di utilizzo consiste semplicemente nello stendere la crema o pomata sul glande o in caso di spray di spruzzare un paio di volte la prilocaina sul glande. Prima di utilizzare lo spray è necessario agitarlo e fare un paio di spruzzi a vuoto per assicurarsi di nebulizzare il prodotto agitato.

Il problema è che l’eiaculazione precoce, spesso, non crea disagio solo all’uomo ma anche alla componente femminile della coppia: si instaurano, nella donna, problemi di scarsa considerazione di sé come donna attraente e sexy, con gravi problemi di dialogo, che molte volte sfociano nell’astinenza sessuale e nel totale mutismo da parte di entrambi.

Certo è che, se da un lato, a livello momentaneo e superficiale, la Prilocaina in qualunque applicazione e posologia può essere utile per arginare un problema di eiaculazione precoce, dall’altro lato l’eiaculazione precoce non è un disturbo che può essere trattato in maniera così superficiale, perché le cause che provocano precocità eiaculatoria nell’uomo possono essere tante, e molte di esse vanno valutate bene, perché potrebbero celare gravi problemi di salute, che metterebbero a repentaglio l’incolumità stessa dell’uomo.

Prilocaina: da non intendere come rimedio definitivo

Pertanto, il rimedio fai da te con applicazione di Prilocaina ed altre sostanze anestetiche può essere una soluzione a breve termine o, al limite, quando si vuole durare di più pur non soffrendo di eiaculazione precoce, ma non può rappresentare il rimedio per eccellenza.

Inoltre, è sconsigliato utilizzare la Procaina nei pazienti con insufficienza cardiaca, disfunzioni gravi del sistema di conduzione cardiaca, anemia grave, ipersensibilità alla Procaina, metemoglobinemia congenita o acquisita, shock cardiogeno e ipovolemia.

In alcune circostanze, inoltre, gli uomini che assumono abitualmente Procaina hanno segnalato la comparsa di sintomi legati all’uso di questa sostanza, come bruciore e difficoltà nell’erezione.

Tutto ciò fa solo capire una cosa: con i medicinali, compresi i rimedi fai da te, bisogna sempre andarci con i piedi di piombo.

Risolvi i tuoi problemi di eiaculazione precoce

Scopri come ho fatto dal durare meno di un minuto a letto ad essere in grado di avere rapporti sessuali di oltre mezz'ora senza assumere pillole o altri prodotti. Vai al metodo per ottenere rapporti lunghi e soddisfacenti.