Vai ai rimedi per l’eiaculazione precoce

Eiaculazione precoce nel 2017

Parlando di eiaculazione precoce, secondo alcune ricerche scientifiche, solo nel 2010 il mercato dei farmaci per il trattamento dell’eiaculazione precoce ha generato una spesa di circa 684 milioni di dollari.

Questi dati sono destinati ad aumentare negli anni, raggiungendo, nel 2017, un considerevole dispendio di denaro. Pare infatti che in quell’anno si raggiungerà una spesa pari a 1,3 miliardi di dollari, soprattutto con la approvazione del Priligy e di altri farmaci della stessa, uno dei farmaci contro l’eiaculazione precoce.

Eiaculazione precoce, nel 2017 si raggiungerà 1,3 miliardi di dollari

“Fino a questo momento, la problematica legata a questo disturbo sessuale è stata associata alla limitata disponibilità di terapie mediche specifiche sul mercato. Anche quando si parla di trattamenti farmacologici, spesso si fa riferimento a farmaci off-label prescritti dai medici, cioè quelli utilizzati per curare altre condizioni come la depressione, l’ansia, i disturbi d’ansia generalizzati, gli attacchi di panico e le fobie sociali, che possono essere efficaci anche per la cura dell’eiaculazione precoce.”

Un esempio specifico di questi farmaci sono gli antidepressivi SSRI, che hanno lo scopo di ristabilire nel corpo il giusto livello di serotonina, un neurotrasmettitore considerato essenziale per il controllo dell’umore, del senso di sazietà, ed anche dell’appetito sessuale.

Purtroppo però il trattamento dell’eiaculazione con gli SSRI e con altri farmaci antidepressivi triciclici – generalmente più potenti degli antidepressivi SSRI – non sempre raggiunge i risultati sperati, perché questa terapia farmacologia è prescritta per una indicazione non approvata. In generale, infatti, si sfrutta un possibile effetto collaterale di questi farmaci – l’allungamento della durata sessuale – ad uso terapeutico.

Nel campo dell’evoluzione scientifica per l’eiaculazione precoce, però, qualcosa sembra stia cambiando: in commercio esistono ad oggi diverse soluzioni seppur temporanee che sembrano funzionare contro questo disturbo, come il Promescent, spray ritardante a base di lidocaina, principio attivo anestetizzante che ha lo scopo di prolungare il rapporto sessuale puntando sulla de-sensibilizzazione del pene.

Negli ultimi anni, la scienza si è battuta anche per la messa in commercio del Priligy, un farmaco a base di dapoxetina che sembra avere effetti miracolosi contro l’eiaculazione precoce.

Ad oggi è infatti considerato l’unico farmaco davvero utile per contrastare l’eiaculazione precoce, il cui trattamento per mezzo di questo farmaco sembra avere dei risvolti spesso positivi.

In abbinamento alla terapia farmacologica è anche possibile utilizzare specifiche tecniche psico-fisiche che permettono di avere un miglior approccio al problema. Qui trovi ulteriori informazioni al riguardo.

abx

Risolvi i tuoi problemi di eiaculazione precoce

Scopri come ho fatto dal durare meno di un minuto a letto ad essere in grado di avere rapporti sessuali di oltre mezz'ora senza assumere pillole o altri prodotti. Vai al metodo per ottenere rapporti lunghi e soddisfacenti.